Vino e sostenibilità!

Il vino biologico è un prodotto che deriva da un metodo di coltivazione con regole ben precise che esclude l'uso di antiparassitari o concimi chimici di sintesi. Inoltre, la sua produzione pone particolare attenzione all'ambiente. Un'azienda vinicola può certificare un prodotto biologico solo dopo un periodo di conversione di 3 anni, durante il quale deve rispettare le norme che regolano le colture biologiche.

Co 83 mila ettari di vigneto coltivati con metodo biologico, l'Italia è leader di produzione di vini biologici sul totale della vite coltivata (l'11,9% è bio), seguita da Austria e Spagna.

Spagna e Portogallo sono i maggiori produttori di sughero. Questo materiale viene prediletto perché non si disintegra nel tempo, è riciclabile e ha proprietà di isolamento termico e acustico. Ma le foreste di sughero vengono abbattute per la produzione di tappi e il costo di produzione è alto. I tappi a vite sono un'ottima alternativa che non intacca la qualità del vino!

Lascia un commento